Nova Olinda: in Brasile il sole è sempre più grande

“Il parco solare di Nova Olinda è una pietra miliare importante nella storia di Enel Green Power in Brasile. La nostra esperienza ha reso possibile la costruzione di questo progetto enorme in solo 15 mesi e siamo particolarmente orgogliosi di questo progetto”

– Antonio Cammisecra, amministratore delegato di Enel Green Power

Enel ha investito circa 300 milioni di dollari US nella costruzione di Nova Olinda. La struttura, che si costituisce in quasi 930mila panelli solari in un’area di 690 ettari, ha 292 MW di capacità installata ed è in grado di produrre oltre 600 GWh all’anno, abbastanza energia per soddisfare il consumo di circa 300mila famiglie. Inoltre l’energia pulita prodotta eviterà l’emissione di circa 350mila tonnellate di CO2 nell’atmosfera ogni anno.

“Nova Olinda è una dimostrazione di come Enel stia contribuendo alla diversificazione del mix energetico del Brasile scommettendo sulle risorse rinnovabili che abbondano nel Paese ”

– Carlo Zorzoli, Country Manager di Brasile per Enel

In Brasile, EGP ha una capacità complessiva nei rinnovabili di circa 2.276 MW, di cui 670 MW da energia eolica, 716 MW di solare fotovoltaico e 890 MW dall’idroelettrico. Contiamo anche su quasi 275 MW di capacità attualmente in costruzione, di cui 172 MW da eolico e 103 da solare. Inoltre, il Gruppo Enel integrerà l’impianto idroelettrico di Volta Grande da 380 MW, aggiudicato recentemente.

Abbiamo realizzato iniziative nelle aree intorno all’impianto in linea con il modello di Creazione di valore condiviso (Creating Shared Value – CSV), che coniuga sviluppo del business ed esigenze della comunità locale.

Tra le iniziative realizzate seguendo il modello CSV centrale è stato il ruolo delle comunità del posto come nel caso della formazione in elettromeccanica della forza lavoro locale per montare l’attrezzatura dell’impianto o come per i laboratori di riciclo creativo realizzati con i residenti della zona per creare mobili utilizzando materiali recuperati dai lavori di costruzione.

Tramite questi laboratori, le pedane in legno sono state trasformate in mobili per le scuole e le piazzette locali. Un’altra iniziativa che ha coinvolto le comunità circostanti è il progetto CineSolar, che utilizza energia solare come fonte energetica per realizzare proiezioni cinematografiche gratuite in spazi pubblici.