Italferr e FS Italiane al Business Forum Italia-Georgia

L’8 marzo si è tenuto a Roma presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale il “BUSINESS FORUM ITALY – GEORGIA” finalizzato a far conoscere questo paese al mondo dell’imprenditoria italiana, presentare agenzie e programmi che possano favorire partenariati, case history e possibili progetti di sviluppo in quest’area.

All’evento, organizzato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), dall’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (ICE) e dal Ministero dell’Economia e dello Sviluppo Sostenibile georgiano, nel contesto della visita in Italia del primo ministro Giorgi Kvirikashvili, a capo di una  nutrita delegazione istituzionale e imprenditoriale georgiana, hanno partecipano più di 200 imprese italiane e 60 georgiane.

Sono intervenuti il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, il primo ministro della Georgia, Giorgi Kvirikashvili, ed altri illustri relatori per conto di realtà istituzionali e associative italiane e georgiane.

Per il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane erano presenti l’ing. Carlo Carganico, AD e DG di Italferr S.p.A. e Direttore Centrale ad interim dei mercati Internazionali del Gruppo, e il Presidente di Italferr S.p.A., Riccardo Maria Monti.

L’ing. Carganico è intervenuto quale relatore illustrando attività e obiettivi del Gruppo FS sulla traccia dei 5 pilastri del nuovo piano industriale 2017-2026, in particolare, sul fronte internazionale e con riferimento ad Italferr quale player di primo  piano sui mercati  esteri, l’AD ha evidenziato la presenza della società con progetti di profilo in oltre 20 Paesi e 5 continenti, i futuri obiettivi di sviluppo sui nuovi mercati ed il supporto che la società darà al Gruppo al fine di operare in qualità di  “General Contractor” per l’acquisizione di commesse a qualsiasi livello.

L’ing. Carganico ha sottolineato, inoltre, che fattori quali l’interoperabilità, l’integrazione dei sistemi rail e l’intermodalità, avranno un ruolo fondamentale per lo sviluppo del Gruppo all’estero e per la connessione dei nostri snodi con quelli previsti dalle vie della seta (porti – retroporti – stazioni); infine, ha ricordato l’attenzione del Gruppo per il settore del trasporto merci, per il quale sono stati stanziati un miliardo e mezzo di euro e costituita a gennaio una società ad hoc denominata Mercitalia Logistics.

L’AD di Italferr ha quindi illustrato le potenzialità del mercato georgiano e del suo piano di sviluppo di infrastrutture strategiche, e delle opportunità in questo per tante aziende italiane, ricordando proprio un accordo di cooperazione firmato tra Italferr e le ferrovie georgiane a febbraio di quest’anno. A conclusione del suo intervento l’ing. Carganico ha rivolto un invito ai colleghi e le autorità governative georgiane a definire future collaborazioni e sinergie per lo sviluppo dei molteplici progetti di mobilità e ad avvalersi del know how e servizi ingegneristici multidisciplinari di Italferr riconosciuti tra i migliori e i più autorevoli al mondo.